AUGURI, RISATE ED EMOZIONI PER LA SERATA NATALIZIA DI ANTS CON IMPROSCHEGGE

Non ha deluso le aspettative la serata di teatro, auguri e solidarietà organizzata sabato sera da Ants in una sala parrocchiale gremita, dove Federica Costa ha dato il via ringraziando Parrocchia e Comune, invitando sul palco don Antonio e l’Assessore Catalano, per gli spazi e il patrocinio offerti.

E dopo gli immancabili ringraziamenti a tutti gli psicologi e i volontari che da sempre offrono il loro prezioso sostegno e una menzione speciale alle insostituibili Silvia Perina e Cristina Bosio di Ants, è stata l’occasione, per la Presidente, di ricordare il decennio della Onlus.Un anniversario coronato da due momenti importanti sigillati da splendide immagini: quella di Wenzel, “scatenato” e tenerissimo nel movimentare l’udienza papale in un video che ha fatto il giro d’Italia, e quella dell’abbraccio tra il Presidente Mattarella e la dolce Sofia in un memorabile incontro organizzato dal dottor Zoccante.

           

Due “sketches” improvvisati e per questo ancor più emozionanti, intensi, incancellabili da mente e cuore. Improvvisazioni speciali proprio come quelle messe in scena dai bravissimi artisti di Improschegge, introdotti da presentatori d’eccezione (sempre all’insegna della sorpresa!) come i bambini delle classi quinte della scuola di Lugagnano, che hanno raccontato al pubblico in poche, toccanti frasi scritte rigorosamente di loro pugno, chi è e cosa rappresenta Ants.


Spazio allora a “SI! … E?”, l’attesa esibizione della compagnia di Improvvisazione teatrale, uno show che ha chiamato in causa tutti i presenti, coinvolgendoli con irresistibile simpatia nelle scenette innescate proprio dai suggerimenti di un pubblico divertito e partecipe.

Un dialogo, uno scambio, tra palco e platea, dai toni ironici, inattesi, con risvolti esilaranti. Un confronto sorprendente, un’interazione stimolante che un po’ ci ricorda, in fondo, lo scambio tra noi e Ants. Perché anche noi, tutti noi, siamo chiamati all’appello, chiamati “sul palco” per dare il nostro contributo, il nostro apporto, giorno per giorno, un passo dopo l’altro.
Perché solo facendo rete, solo camminando insieme, si può arrivare lontano, fino a mete insperate e apparentemente irraggiungibili. Solo incrociando le voci, gli sguardi, le risate e anche i pianti, emozioni, abbracci, suggerimenti, parole e sentimenti, solo condividendo e tenendosi stretti, forte, anche la montagna più alta smette di essere un ostacolo e diventa un amico che ci protegge e ci fa toccare il cielo, come mamma Imma con il suo Pietro nel video di Zatac Studio illustrato da Sara Bellini: suggestivo racconto di musica e immagini che ha chiuso idealmente una serata densa di emozioni.